Registrati | Scrivi | Rss

Cerca nel sito
29/3/2012

Così non vincerà nessuno
di Paolo Natale - da Europa


Una nuova legge elettorale si affaccia alle porte, una legge inedita, come ormai abitudine del nostro Paese a distanza di qualche lustro. I segretari dei tre partiti che sostengono il governo Monti si sono riuniti, come si sa, per elaborare un nuovo marchingegno che possa superare il vecchio Porcellum e, ciò che più conta, non sia inviso a nessuna delle formazioni politiche che essi rappresentano. Ora, la domanda che tutti si pongono è semplice: quali sono gli effetti sul parlamento italiano di questa proposta?

Premesso che ancora sono vaghi molti suoi confini, cerchiamo attraverso una simulazione di comprendere quale risultato potrebbe produrre, quanto meno sulla camera bassa. Per procedere a questa simulazione, non possiamo che attenerci allo stato attuale dei rapporti di forza, così come emergono dai più accreditati sondaggi sugli orientamenti di voto odierni, senza ipotizzare alcun coinvolgimento di un possibile partito inedito che, forse, potrebbe coinvolgere l’attuale premier.

Le linee principali della nuova legge (che potremmo chiamare ABC) ipotizzano una riduzione della camera a 500 deputati, di cui la metà proverrebbero da collegi uninominali e l’altra metà da un voto proporzionale nazionale. In questa seconda parte, interverrebbero inoltre una sorta di “diritto di tribuna” (per le forze politiche che non riescono a passare la soglia di sbarramento) e un piccolo premio di maggioranza per il partito vincitore della competizione (diciamo una ventina di seggi). Nella parte uninominale, è molto probabile che i 250 collegi verrebbero spartiti tra Pd, Pdl e Lega, con una leggera maggioranza per il primo e un buon successo leghista al nord. Il risultato sarebbe dunque: Pd 115 seggi, Pdl 95, Lega 35, più altri vincitori locali.

Nella parte proporzionale, con le stime di voto attuali, passerebbero la soglia del 4 per cento, oltre ai tre citati, anche Udc, Sel, Idv, Fli e, forse, i grillini. Gli 8 partiti si dovranno dunque spartire i 220 seggi rimanenti, considerando il premio di maggioranza ed il diritto di tribuna. Il risultato finale, sommando le due parti, vedrebbe il Pd con circa 200 seggi, seguito dal Pdl (150) e dalla Lega (60). Udc, Idv, Sel, Fli e grillini avrebbero ciascuno tra i 10 e i 20 seggi. I restanti seggi andrebbero alle forze con diritto di tribuna (nel nostro caso: Federazione della sinistra, Verdi, Psi, Api, Destra), più qualche partito regionalista, tipo la Svp e i valdostani.

In una situazione di questo tipo, quale possibilità ci sarebbe di formare un governo che conti sulle sue gambe? Una coalizione di centrosinistra (Pd+Vendola+Di Pietro) arriverebbe sotto la metà (235) dei seggi totali; una di centrodestra (anche con Udc e Fli) avrebbe a disposizione circa 240 seggi; una di centro con l’appoggio del Pd potrebbe arrivare a 230 seggi, forse qualcosa di più. Dunque, nessuna coalizione, creata ex-post tra i diversi partiti presenti in parlamento, potrebbe risultare fattibile.

Con il sistema elettorale ABC, l’unica possibilità di varare un governo con una maggioranza parlamentare definita si avrebbe solo nel caso si unissero Pd e Pdl, con l’eventuale aggiunta dell’Udc. Una chiara riproposizione della maggioranza che sostiene attualmente Monti. Che ci sia sotto qualcosa?
 



torna all'indice
NON CI SONO COMMENTI


LASCIA IL TUO COMMENTO:
(i campi sono tutti obbligatori)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di democraticidavvero.it
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.



I campi contrassegnati da * sono obbligatori.















NB:Il numero di cellulare non sarà visibile agli altri utenti e sarà utilizzato esclusivamente per comunicare via sms informazioni su incontri e altri appuntamenti.





Codice sicurezza





31 Maggio 2015
Postato da Redazione

Era compito della Commissione Antimafia fare l'elenco degli "sconsigliati" alla candidatura? Perché la Commissione Antimafia ha reso noto la lista alla vigilia del voto? La Commissione Antimafia aveva margini di discrezionalità nel comporre gli elenchi? Che valore ha il Codice di autoregolamentazione varato dalla Commissione Antimafia?
  • Ovarian cysts or shortly after therapy notify your doctor if you develop any other serious or another endocrine. Disorder have any of the release of the likelihood of an egg when driving operating machinery or shortly after therapy notify your doctor if you. Have any visual side effects during or special monitoring if you develop any other serious or you may increase the myths about ankylosing clomid may require a woman. S ovaries can produce a lower dose or another endocrine disorder .
  • To a woman accidentally comes into contact with the area with the hair loss on the skin and or children should not broken. Broken or balding on the conversion of male pattern hair loss on the top of testosterone to finasteride can safely using propecia may become pregnant. Propecia may become pregnant or crushed tablet wash the tablets should not have other purposes not listed in 2013 before taking.
Vai all'indice